Archivi categoria: Recensioni

Orith Youdovich, Maurizio G. De Bonis, Cosa devo guardare. Riflessioni critiche e fotografiche sui paesaggi di Michelangelo Antonioni, Postcart (Collana Postwords), Roma 2012, pp. 148

Mi sembra di avere gli occhi bagnati. Ma cosa vogliono che faccia con i miei occhi? Cosa devo guardare? Tu dici “Cosa devo guardare”. Io dico “Come devo vivere”. “È la stessa cosa”. da Il deserto rosso, 1964, di Michelangelo … Continua a leggere

Pubblicato in Recensioni | Contrassegnato , , , , , , ,

Dal training alla performance: tracce di cronaca dell’Odin Teatret

Se non faccio training per un giorno, solo la mia coscienza lo sa; se non lo faccio per tre giorni, solo i miei compagni lo notano; se non lo faccio per una settimana, tutti gli spettatori lo vedono. Eugenio Barba … Continua a leggere

Pubblicato in Recensioni | Contrassegnato , , , , ,

Manuela Cirino, L’immagine negata, mostra a cura di Olga Gambari, Galleria Martano, Torino, dal 12 aprile 2012

Tutto è iniziato con un invito ad un evento speciale: alla Galleria Martano cinque opere stavano lasciando le sale espositive per incominciare le loro vite “private”. Le opere erano rimaste in Galleria per un mese, chiuse: le scatole, che le … Continua a leggere

Pubblicato in Recensioni | Contrassegnato , , ,

Giancarlo Schiaffini, E non chiamatelo jazz, Auditorium edizioni (Casanova e Chianura Edizioni), Milano 2011 (pp. 143)

Da un paio d’anni pare che si stia ridestando, tra gli editori, un interesse nei confronti dell’improvvisazione. Nel 2010 sono usciti il manuale di Walter Prati All’improvviso. Percorsi d’improvvisazione musicale (Auditorium) e L’idendità incompiuta. Paradossi dell’improvvisazione musicale (Il Mulino) di … Continua a leggere

Pubblicato in Recensioni | Contrassegnato , , , , , , ,

T. C. Boyle, Le donne, Feltrinelli, Milano 2010 (pp. 448)

Thomas Coraghessan Boyle è uno scrittore interessante, talentuoso e con una grande e rara fortuna: egli infatti vive in una delle poche, superstiti ville in stile “prairie”, costruite a Los Angeles dal maestro americano dell’architettura Frank Lloyd Wright (1867- 1959); … Continua a leggere

Pubblicato in Recensioni | Contrassegnato , , , , ,

Marisa Volpi, Le ore, i giorni. Diari 1978-2007, Medusa, Milano 2010 (pp. 293)

Uno studio di genere dovrebbe essere condotto sui diari che, nel corso del XX secolo, artiste e storiche e critiche d’arte hanno redatto. Infatti, se quelli delle artiste (tra i vari, ricordiamo i quaderni di Laura Castagno, la quale non … Continua a leggere

Pubblicato in Recensioni | Contrassegnato , , ,

Furio Gubetti, Classica per tutti. Guida alla musica classica del ‘900 in 100 CD, Cartman Edizioni, Torino 2010 (pp. 222)

Questo libretto (sono più di duecento pagine, ma non si sentono, essendo divise in 101 paragrafi) è una guida di facile consultazione a importanti composizioni “classiche” del Novecento. Partendo da una breve presentazione del compositore – vita, studi, carriera musicale, … Continua a leggere

Pubblicato in Recensioni | Contrassegnato , ,

El hombre de al lado, di Mariano Cohn e Gastón Duprat, con Rafael Spregelburd e Daniel Aráoz, Rep. Argentina, 2010

Casa Curutchet (1948-1953) è l’unica architettura di Le Corbusier realizzata in territorio argentino, nello specifico a La Plata. Inessa i caratteri del periodo delle “ville bianche” – che va dalla metà degli anni Venti all’inizio dei Trenta – si uniscono … Continua a leggere

Pubblicato in Recensioni | Contrassegnato , , , ,

André Bazin, Jean Renoir, cura, traduzione e introduzione di Michele Bertolini, Mimesis Edizioni, collana Cinema, Milano-Udine 2012 (pp. 253)

Darei prova di falsa modestia se non proclamassi ad alta voce la mia emozione riconoscente. Non so se merito questo onore ma mi appresto ad assaporarlo senza alcun ritegno. Questo momento è un bel regalo di Bazin. Non è il … Continua a leggere

Pubblicato in Recensioni | Contrassegnato , , , , , , , ,

Marco Machera, One Time, Somewhere, Innsbruck Records 2012

Marco Machera è un polistrumentista (ma il suo strumento principale è il basso, che suona con la band progressive Mytho) che sa spaziare in molti ambiti della popular music, come il suo primo album da solista dimostra. One Time, Somewhere … Continua a leggere

Pubblicato in Recensioni | Contrassegnato , , , , , ,